A.Scuola di BIRDING
Pubblicazioni
Home Page
PICCOLI OBIETTIVI

Minicorso rivolto alle scuole le cui finalità sono rivolte ad un primo approccio con il mondo wildlife attraverso il birdwatching, la fotografia, la musica, la poesia e qualsiasi altra forma di arte con la quale poter dare il nostro contributo per migliorare quell’ immenso patrimonio che si chiama NATURA.

PREMESSA La progettazione mira a creare una situazione didattica in cui i ragazzi si sentano sempre coinvolti e partecipi dell’ attività svolta durante la lezione mostrando anche le attrezzature necessarie per la pratica del Birdwatching. Per questo motivo si richiama l’attenzione sull’ opportunità di poter usufruire di locali muniti di proiettore per audiovisivi ed una lavagna con fogli di carta nell’ eventualità di poter iniziare una sessione di brainstorming. Tempo di svolgimento 90 minuti.

PROGRAMMA LEZIONE I lavori seguiranno la traccia del modello sottostante. Questa è solo una proposta: il modello finale può essere adattato benissimo alle esigenze in previsione di lavori simili e già iniziati presso la vostra struttura nel programma scolastico:

1 Presentazione tra relatore, alunni e insegnanti partecipanti.

2 Proiezione del filmato “La vita è Meravigliosa” che servirà come introduzione a tutele tematiche che verranno trattate durante i lavori.

3 Conoscenza del territorio e delle sue problematiche: Le Valli, il Mezzano, Il delta del Po’. Tempi e metodi per immergersi nel mondo wildlife.

4 La fotografia come arte del tempo attraverso la quale documentare ed emozionare anche le persone meno interessate alle problematiche del territorio e tutto quello che ci sta dentro: nozioni di base su come funziona la macchina fotografica, la LUCE, come si fotografa la Natura e il computer in fotografia.

5 Prove pratiche con gli strumenti necessari: macchine fotografiche, binocoli, cannocchiali, capanni e reti mimetiche.

6 Creare un ambiente naturale nel proprio giardino: inserire piante, costruire casette, mangiatoie e nidi idonei ad ospitare uccelli e mammiferi, quale cibo inserire e come osservare i nostri ospiti.

7 Impressioni e conclusioni fra tutti i partecipanti.

Gli argomenti da trattare sono veramente tanti ma la cosa è voluta in quanto ogni realtà ha le sue preferenze. Individuato l’ argomento più interessante ci si concentra su quello. Bisognerebbe anche tener conto dei tempi necessari ad attivare insegnamenti facoltativi ed altre iniziative educative nel caso in cui la cosa interessi i ragazzi. Fondamentale sarebbe organizzare almeno un paio di incontri con una seconda lezioni che individui un progetto. Esempio: la classe decide di costruire un ambiente naturale nel giardino della scuola. La seconda lezione punterà od offrire le conoscenze tecniche per la realizzazione dell’ intero progetto. Alla fine si possono esporre, cartelli,disegni,foto racconti, poesie, e tutto ciò che è stato fatto durante la realizzazione dei lavori inserendo anche un piccolo concorso che premi la migliore opera in favore della tutela e salvaguardia del’’ ambiente. Da qui il nome Piccoli Obiettivi in quanto ognuno di noi, nel suo piccolo e senza grandi rinunce, può fare qualcosa per migliorare i danni che ogni giorno causiamo al nostro territorio.

Per maggiori informazioni lasciate un messaggio.

Scarica File del progetto

Solagna 30 Marzo 2011

Marostica 11 Aprile 2012
info@cherobe.it